Spaccia droga da casa durante l’affidamento in prova ai servizi sociali: arrestata della Polizia di Stato a Bollate

1' di lettura 04/03/2021 - A Bollate (MI), la Polizia di Stato ha arrestato una cittadina italiana di 36 anni per detenzione ai fini di spaccio di droga e ha sequestrato 77 dosi di cocaina con oltre 2mila euro in contanti.

Gli agenti della Squadra Investigativa del Commissariato Quarto Oggiaro, durante un servizio di controllo volto al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno individuato una casa in via Monte Grappa a Bollate (MI) quale probabile luogo di spaccio con un notevole andirivieni di persone.

I poliziotti, entrati all’interno dell’appartamento, hanno trovato la 36enne, attualmente sottoposta alla pena alternativa dell’affidamento in prova ai servizi sociali, a loro già nota per reati inerenti allo spaccio di droga e, con l’ausilio di un’unità cinofila dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura, hanno iniziato la perquisizione domiciliare: il cane poliziotto “Kimon” ha fiutato e trovato, su un tavolino della camera da letto, un bilancino di precisione, 455 euro in contanti suddivisi in banconote da piccolo taglio, un foglio manoscritto con numeri e cifre e delle dosi di hashish dal peso totale di 10gr circa.

In una tasca di carta ricavata dietro un poster della stessa stanza, i poliziotti hanno rinvenuto 77 dosi contenenti cocaina dal peso totale di 31 grammi, e, in un cuscino del divano, 1.635 euro in contanti in banconote di vario taglio.

Gli agenti del Commissariato Quarto Oggiaro, inoltre, hanno sequestrato il cellulare della donna, molto probabilmente utilizzato per l’attività di spaccio, che continuava a squillare durante la perquisizione.






Questo è un articolo pubblicato il 04-03-2021 alle 16:14 sul giornale del 05 marzo 2021 - 112 letture

In questo articolo si parla di cronaca, milano, lombardia, articolo, Antonello Staccioli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bQ3Z