SEI IN > VIVERE CAGLIARI > ATTUALITA'
comunicato stampa

In arrivo in città i nuovi bus elettrici finanziati con fondi europei

5' di lettura
34

Con 21 bus elettrici finanziati con 10 milioni di fondi PON Metro REACT EU in arrivo a breve e altri 157 nuovi bus elettrici, finanziati con 108 milioni da fondi PNRR, che arriveranno tra il 2024 e 2026, è partito il piano di conversione energetica dei mezzi di trasporto urbano cittadino, che porterà nel 2026 ad avere la flotta bus cittadina per l’80% elettrica.

“Questi nuovi bus elettrici sono un altro tassello della rivoluzione verde e sostenibile, non ideologica ma concretamente a favore dei cittadini, che stiamo realizzando – afferma il primo cittadino Paolo Truzzu -. Siamo una delle città che ha ottenuto più risorse a livello nazionale perchè siamo purtroppo tra quelle più inquinate dal punto di vista atmosferico. Cagliari detiene il primato della più alta percentuale di auto per abitante: 77 ogni 100. Il nostro obiettivo è quindi ridurre drasticamente il numero di macchine dalle strade e avere, nell’arco di poco tempo, una flotta di bus completamente elettrica. Per questo devo ringraziare il lavoro che abbiamo svolto insieme a CTM, che ha letteralmente bruciato i tempi: in Italia è previsto l’acquisto di 3000 autobus elettrici e quindi ci si scontra anche con la difficoltà di reperire i mezzi dalle case produttrici. Grazie al lavoro di squadra siamo una delle prime città ed aziende a fare gli interventi, sfruttando le risorse europee”.

L’iniziativa si inserisce in un quadro di interventi più ampio, finanziato dall’Amministrazione in concordanza con le linee guida indicate dall’Europa, che ha lo scopo di ridurre i consumi delle risorse non rinnovabili e delle emissioni di sostanze nocive per l’ambiente. Il potenziamento della mobilità sostenibile e, in particolare, delle flotte impiegate nei servizi di TPL (Trasporto Pubblico Locale), in ambito urbano e metropolitano, rappresenta un passaggio fondamentale nel quadro delle azioni volte al miglioramento della qualità dell’aria. Parallelamente agli aspetti ambientali, grazie all’inserimento di autobus di nuova generazione nei circuiti cittadini, vengono rafforzate le politiche di mobilità sostenibile perseguite anche dal PUMS, il Piano Urbano Mobilità Sostenibile adottato dal Comune, che definisce le strategie per configurare un’offerta di mobilità alternativa all’auto e ai sistemi privati, a favore del trasporto pubblico e della mobilità dolce.

“L'obiettivo dell'Amministrazione – afferma l’Assessore alla Mobilità e trasporti Alessio Mereu - è quello di potenziare il trasporto pubblico locale attraverso l’attivazione di misure che lo rendano più conveniente e più sostenibile rispetto all’auto privata. I finanziamenti consentiranno anche l'installazione delle colonne di ricarica all'interno del deposito dimensionate per questi mezzi”.

“Questi nuovi autobus elettrici rappresentano un grande risultato per la nostra città – aggiunge il Presidente della Commissione Mobilità e trasporti del Comune Marcello Piras –: con questa iniziativa e lavorando sul sistema del trasporto pubblico locale, migliorandolo attraverso flotte più efficienti e green, intendiamo aumentare la qualità della vita nella nostra città, confidando che i nostri concittadini lo possano apprezzare”.

“Ringrazio il Sindaco Truzzu e il Comune di Cagliari - afferma Carlo Andrea Arba, Presidente di CTM - per il sostegno concreto a CTM nella promozione e nell’evoluzione del trasporto pubblico. Oggi possiamo confermare che entro il 2026 l’80% della flotta CTM sarà elettrica. È stato inoltre scelto dal Consiglio di Amministrazione un nuovo colore per i mezzi: l’azzurro/blu elettrico che distinguerà i mezzi elettrici dagli altri di colore arancione che sono ancora a gasolio e da quelli di colore verde che sono mezzi ibridi. Stiamo lavorando incessantemente per portare avanti il progetto di transizione energetica che comprende anche le infrastrutture di ricarica elettrica e l’adeguamento del deposito. E per quanto riguarda i mezzi, abbiamo dato particolare attenzione all’aspetto della sicurezza. I nuovi bus sono dotati di telecamere interne e di dashcam esterna, per garantire la sicurezza dei nostri passeggeri, del conducente e all’esterno sulle strade”.

Bruno Useli, Direttore Generale di CTM, spiega: “E’ stato fatto un grandissimo lavoro con i funzionari del Comune di Cagliari per raggiungere questo obiettivo: avere tanti soldi da spendere è un fatto epocale che la struttura non poteva che celebrare con un grande sforzo per poter raggiungere gli obiettivi. Siamo riusciti in poco tempo a completare l’acquisto ed avere a Cagliari questi nuovi mezzi che entreranno in servizio non appena completeremo le pratiche di immatricolazione. L’energia utilizzata per ricaricarli è certificata come proveniente da fonti rinnovabili, come quella che già in uso per i filobus e i bus elettrici. Continua l’attenzione nei confronti dei passeggeri con disabilità, anche questi bus infatti sono dotati di pianale ribassato, sistema di kneeling, ossia inginocchiamento che facilita la salita e discesa dal mezzo, sistemi multimediali con avviso di prossima fermata. L’autonomia a pieno carico è di 200-220 Km che, per far capire ai non addetti ai lavori, corrispondono a 9 giri da capolinea a capolinea della linea 1, la linea più estesa a Cagliari. I bus sono dotati di un impianto di climatizzazione che viene utilizzato anche nei climi tropicali ed è in grado di mantenere costante la differenza, di circa 6 gradi, di temperatura tra l’interno e l’esterno del veicolo. Aspetto di fondamentale importanza in una città come Cagliari.”



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-07-2023 alle 17:07 sul giornale del 08 luglio 2023 - 34 letture






qrcode